Fanno parte della Urban Vineyards Association le seguenti realtà con i rispettivi rappresentanti:

Luca Balbiano

Luca Balbiano, Azienda Vitivinicola Balbiano, gestore di Vigna della Regina (Torino), Presidente di U.V.A.

“La vigna di Villa della Regina è una storia di amore e bellezza. La Vigna della Regina è infatti un piccolo miracolo, non solo per la bellezza paesaggistica che offre, ma anche perché i vigneti seppur così giovani producono vini notevoli. Quando quasi 15 anni fa abbiamo accettato questa sfida non avremmo mai immaginato di poter arrivare fino a qui. La mia famiglia produce Freisa di Chieri da oltre 75 anni, ma questo è un vino particolarmente speciale, nato da un vigneto storico di cui non esisteva più traccia. Abbiamo accettato di reimpiantarlo per restituire a Torino la sua vigna e il suo vino. ”

Eric Surea

Eric Sureau, Presidente del
Comité des Fêtes et d’Actions Sociales du 18ième arrondissement de Paris, gestore di Clos Montmartre (Parigi)

“Clos Montmartre è un miracolo: la vigna è un piccolissimo terreno stretto tra i palazzi e sormontato dalla chiesa del Sacro Cuore, eppure riesce a produrre circa mille bottiglie da mezzo litro di rosato ma soprattutto attrae migliaia di persone per la festa della vendemmia. Avere delle vigne in città e creare sinergie condivise è fondamentale per resistere e attivare una strategia commerciale vincente, sia sotto il profilo culturale sia sotto quello sociale: tutto il ricavato di Clos Montmartre per esempio è versato per fare azioni sociali nel 18° arrondissement.”

Renzo De Antonia

Renzo De Antonia, Presidente Associazione Laguna nel bicchiere (Venezia), gestore delle vigne ritrovate di Venezia, Consigliere di U.V.A.

“Per noi si tratta di un impegno nel recuperare vecchie tradizioni, salvare pezzi di territorio, ma soprattutto un impegno con i bambini, con le scuole, per far capire che una città come Venezia non è solo pietre, ma ci sono anche delle realtà agricole importanti.”

Luigi Alberto Fumi Cambi Gado

Luigi Alberto Fumi Cambi Gado, Azienda Agricola Castel di Pugna (Siena), gestore delle vigne Senarum Vinea, Vicepresidente di U.V.A.

“Noi siamo l’azienda geograficamente e storicamente più vicina a Siena, e l’idea di partecipare al progetto Senarum Vinea di recupero di vitigni antichi, di poter riscoprire un gusto diverso, un vino dal sapore antico che possa fare nuovo ingresso sulle tavole toscane ci ha affascinato fin dall’inizio.”

Alessandro Cotroneo, Direttore della Vigna di Leonardo (Milano)

“Una storia dimenticata lega Leonardo da Vinci alla città di Milano: la storia di una vigna. La vigna che nel 1498 Ludovico il Moro, duca di Milano, regalò a Leonardo e che rinasce oggi, finalmente, nel rispetto dei filari e del vitigno originari.”

Alessandro Marzotto, Santa Margherita Spa, Direttore di San Francesco della Vigna (Venezia)

“Santa Margherita ha deciso di dedicarsi con passione alla tutela della più antica vigna di Venezia, mettendo al servizio dei frati che da secoli la custodiscono la propria competenza tecnica.”

Antonio Rallo, Presidente del Consorzio di tutela vini Doc Sicilia, gestore della Vigna del Gallo all’interno dell’orto botanico dell’Università di Palermo

“La scelta di aderire alla Urban Vineyards Association è un passo naturale nel percorso della Doc Sicilia che punta alla salvaguardia del grande patrimonio viticolo dell’isola anche attraverso la valorizzazione e la protezione dei vitigni autoctoni.”

Mariateresa Buttigliengo

Mariateresa Buttigliengo, Presidente dell’Associazione Amici di Villa della Regina (Torino), Consigliere di U.V.A.

“L’Associazione “Amici di Villa della Regina” nasce con l’intento di salvaguardare e promuovere il valore artistico e culturale del meraviglioso complesso di Villa della Regina. Uniti dalla passione per l’arte, per la storia e per la cultura, affezionati alla città di Torino e alle sue storiche architetture, i Soci volontari lavorano per sostenere i progetti che riguardano la Villa, con l’obiettivo (e il sogno) di dar forma a un turismo consapevole, sostenibile e colto, che consenta la manutenzione e la valorizzazione di una delle più belle e sconosciute “delizie” della corona delle Residenze Reali di Torino restituita alla città dopo un lungo lavoro di restauro che ne ha consentito la riapertura al pubblico.”

Paolo Corbini

Paolo Corbini, Presidente Associazione Nazionale Città del Vino (Siena)

“Questo modello di recupero può essere replicato in qualunque città dove ci siano delle produzioni vitivinicole e dei vitigni antichi da riscoprire. L’Italia è ricchissima di questo patrimonio e oggi esso rappresenta un nuovo valore aggiunto per la nostra enologia.”

Benedetto Carella

Benedetto Carella (Torino)

Fabrizio Galliati

Fabrizio Galliati, Presidente Coldiretti Torino e Vicepresidente Coldiretti Piemonte